Cinecocomero d'Autore

Locandina Rassegna
Locandina Rassegna "Cinecocomero d'Autore" - Grafica di Gianni Mameli

Per salutare questa lunga stagione invernale, sia climatica sia cinematografica, due film fuori dagli schemi del cinema italiano, due pellicole "naif" che si sarebbero potuti tranquillamente ascrivere a quel genere denominato "Cinecocomero" che solo pochi anni fa tentò di rianimare le sale nel periodo pre-vacanziero. Fu un tentativo velleitario dei fratelli Vanzina, che Antonello Cossu ha pensato di trasformare in una rassegna di cinema d’autore.

 

 

A SINISTRA DEL CUORE

“A sinistra del cuore” è una rassegna tematica dedicata alla poetica dei registi Robert Guédiguian, Aki Kaurismäki, Ken Loach. Con la proiezione dei tre film scelti, saranno proposti al pubblico i principali temi narrativi presenti nella cinematografia degli autori in rassegna, tra di loro distinti per nazionalità e stili di regia. 
Cosa accomuna i film di “Robert, Aki and Ken” e questi tre film in particolare?
Sarà possibile scoprirlo insieme durante le proiezioni.
“A sinistra del cuore” è stata ideata per Band Apart dal socio Raimondo Aleddu. La presentazione della rassegna e l’introduzione alla visione di ciascun film sono a sua cura, così come è sua la scelta di non aggiungere ulteriori notizie prima degli incontri in programma.
Vi aspettiamo curiosi ... 

Locandina Rassegna A SINISTRA DEL CUORE - Grafica di Raimondo Aleddu
Locandina Rassegna "A SINISTRA DEL CUORE" - Grafica di Raimondo Aleddu

Band Apart incontra Mirko Zaru

Secondo appuntamento di "ciak, si gira in città!"

Band Apart ha il piacere di incontrare Mirko Zaru, con il quale vedremo e commenteremo alcuni dei suoi lavori.

Non mancate!

Serata Speciale
Serata Speciale "ciak, si gira in città!" - Grafica Locandina di Mirko Zaru

Il Folle cinema di Tod Browning

Il cinema di Tod Browning (1882 - 1962) è un luogo molto singolare, dove si verificano fatti incredibili e si svolgono le folli esistenze dei suoi personaggi, sempre in preda a sentimenti eccessivi e distruttive passioni. Eppure è questa apparentemente paradossale commistione di assurdità e verosimiglianza a fare di Browning il creatore di un mondo che al di fuori delle sale trova il suo corrispettivo (nonché il suo diretto ispiratore) nel circo. Il regista conosceva molto da vicino il mondo circense, luogo dell'esibizione pura e della vita raccontata nelle chiavi estreme del melodramma e della farsa. Aveva solo sedici anni quando lasciò la piccola città di Louisville, nel Kentucky, per unirsi ad un gruppo di artisti itineranti dopo essersi innamorato di un'avvenente ballerina. Prima di arrivare al cinema come attore (nel 1912 con David W. Griffith) e poi come soggettista, sceneggiatore e infine regista, egli fu infatti fantino, imbonitore, clown, acrobata...

Se vorrete scoprire la straordinaria storia e l'originale poetica del regista noto come l' "Edgar Allan Poe" del Cinema, non perdete i due appuntamenti che Band Apart ha organizzato per Voi. La rassegna, ideata e realizzata da Stefano Simbula e Pasquino Fadda, partirà il 7 maggio con la proiezione de "Lo Sconosciuto" (1927), uno dei più deliranti melodrammi d'amore del cinema muto interpretato da uno straordinario Lon Chaney. Si proseguirà il 14 maggio con il film più leggendario e maledetto della storia del Cinema, "Freaks" (1932), prima prodotto e poi rinnegato dalla stessa casa di produzione, mutilato dalla censura in molti stati dell'Unione e proibito per più di trent'anni nel Regno Unito. Vi aspettiamo!!!

Locandina Rassegna Il Folle cinema di Tod Browning - Grafica di Gianni Mameli

Locandina Rassegna "Il Folle cinema di Tod Browning" - Grafica di Gianni Mameli


 

¡Te deseo, Pedro!

Locandina Rassegna Te deseo, Pedro! - Grafica di Gianni Mameli
Locandina Rassegna "¡Te deseo, Pedro!" - Grafica di Gianni Mameli

Da un idea di Cristina Compiano e Maria Paola Zoccheddu, nel mese di aprile l’Associazione Culturale Band Apart di Oristano dedicherà una rassegna di tre film al regista spagnolo Pedro Almodóvar, grande interprete di quella stagione che segnò il passaggio della Spagna dalla dittatura franchista verso la libertà politica e culturale. Il cinema di Almodóvar, formatosi da autodidatta negli anni ’70 quando il regime aveva chiuso le scuole di cinema, è inizialmente trasgressivo e pieno di eccessi, ma inizia molto presto a definirsi per uno stile preciso, fatto di storie complesse che hanno al centro sentimenti profondi come l’amore, il desiderio, il dolore, e situazioni tipiche come le relazioni d’amore, la maternità, l’identità della persona. I suoi film sono letteralmente pieni di vita e di ritmo, di musica e di colori, e per quanto la Spagna sia molto presente, Almodóvar riesce a raccontare la modernità in termini molto più ampi. I tre film che proporremo trattano il tema del desiderio e della passione, che il regista guarda da diverse prospettive e con esiti differenti.
La rassegna “¡Te deseo, Pedro!” inizierà il 2 aprile con “La legge del desiderio” del 1987, film molto personale e intimo in cui Almodóvar, senza cedere all’autobiografia, racconta qualcosa di sé e del mestiere di regista. Si proseguirà il 9 aprile con “Donne sull’orlo di una crisi di nervi” del 1988, una strepitosa commedia piena di ritmo sugli strani scherzi dell’amore. Per concludere, proietteremo il 16 aprile “Légami!” del 1989, il racconto di una passione che porterà il protagonista a compiere le azioni più assurde per amore.
Vi aspettiamo numerosi!

Sottocategorie

  • Film

    Sinossi, commenti, recensioni, foto di scena, curiosità, ecc. riguardanti i film proiettati da Band Apart